Città del Vaticano, (askanews) - Torna a battere, Papa Francesco, sull'importanza del lavoro e dell'occupazione. All'udienza generale in piazza San Pietro, Bergoglio ha ricordato la sacralità del lavoro, che - ha detto - "esprime la dignità di ogni essere umano". Il lavoro è sacro, ha avvertito il Pontefice argentino, e la "gestione dell'occupazione è una grande responsabilità umana e sociale, che non può essere lasciata nelle mani di pochi o scaricata su un 'mercato' divinizzato. Causare una perdita di posti di lavoro significa causare un grave danno sociale".Il Papa ha espresso tutta la sua tristezza per la piaga della disoccupazione e ha invitato i governanti a compiere tutti gli sforzi per creare posti di lavoro.Ma allo stesso tempo, Bergoglio ha messo in guardia dal lavoro "ostaggio della logica del solo profitto". "La moderna organizzazione del lavoro - ha detto - mostra talvolta una pericolosa tendenza a considerare la famiglia un ingombro, un peso, una passività, per la produttività del lavoro". Un invito non troppo velato a preservare il giorno di festa.