Roma, (askanews) - Papa Francesco durante la sua visita in Bolivia, ha fatto visita anche al carcere di Santa Cruz-Palmasola, dove ha incontrato i una rappresentanza di detenuti. Si tratta di una delle prigioni considerate più pericolose del Paese, e ospita quasi cinquemila fra uomini e donne e persino un centinaio di bambini che vivono con le madri detenute, mentre la capienza sarebbe di 600 persone.Mentre parlava ai detenuti, a causa di un colpo di vento, Francesco ha perso la papalina."Finché non mi vola via la testa non c'è problema" ha detto sorridendo.Bergoglio ha salutato così i carcerati:"L'uomo che vi sta davanti è un uomo perdonato, salvato dai suoi molti peccati: è così che mi presento".Il Pontefice ha voluto ricordare alla folla assiepata che"la reclusione non è l'esclusione, sia chiaro. Perché la reclusione è parte di un processo di reinserimento nella società".(Immagini: afp)