Roma, 26 lug. (askanews) - Quale posto migliore, per attirare gente a un concerto, del Foro Romano? Così deve aver pensato l'Opera Romana Pellegrinaggi quando ha identificato la cornice per il concerto Music for Mercy, musica per la misericordia, di martedì 26 luglio. E così il grosso palco metallico per l'esibizione - fra gli altri -di Andrea Bocelli ospite d'onore è stato montato nel bel mezzo di questo delicato museo a cielo aperto, fra l'arco di Settimio Severo e la Curia Giulia.

Il concerto è stato organizzato dall'Opera Romana Pellegrinaggi nel quadro del Giubileo per la Misericordia ed è promosso anche dal Teatro dell'Opera. D'altronde arriva con il bollino d'approvazione del ministero per i beni culturali guidato da Dario Franceschini, oltre che col sostegno del magnate malese Francis Yeoh. Ufficialmente tutto ok, perché per la sovrintendenza il concerto è "sostenibile". Uniche a gridare allo scempio sono state le guide turistiche dei Fori.

Essendo un concerto per beneficenza, poi, nelle casse pubbliche non arriva nemmeno un centesimo. In platea ci sarà anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, con il ministro Franceschini. Resta la perplessità per l'utilizzo di un luogo così prezioso. Forse il prossimo concerto direttamente dentro il Colosseo restaurato?