Torino (TMNews) - Il Museo egizio di Torino si rinnova e apre al pubblico un nuovo ambiente espositivo, frutto dei lavori di restauro, iniziati quasi 5 anni fa. Il primo tassello della trasformazione radicale che sta interessando il più antico museo egizio al mondo, che nacque nel 1824, è il nuovo Ipogeo, inaugurato alla presenza del sindaco della città Piero Fassino. Evelina Christillin, presidente del museo. "Tutto quello che vedete non c'era. È stato scavato questo ipogeo di 1000 metriquadri, siamo a metà esatta dei lavori".L'area, al di sotto del cortile interno del palazzo guariniano del Collegio dei Nobili, ospita i mille reperti più importanti della collezione del Museo riallestiti nell'esposizione "Immortali. L'arte e i saperi degli antichi egizi". Nel 2015 qui ci saranno la biglietteria, il bookshop e la didattica del museo visitato ogni anno da mezzo milione di persone. E quest'estate secondo la direttrice del Museo egizio Eleni Vassilika, i visitatori stranieri stanno superando gli italiani.