Milano, 29 feb. (askanews) -Milano (askanews) - Il maltempo flagella il Centro-sud. Il bilancio definitivo dell'ondata di violente perturbazioni che si è abbattuta nel fine settimana sull'Italia ha fatto registrare cinque morti.In Calabria un agricoltore è morto nella Piana di Gioia Tauro, schiacciato da un eucalipto caduto a causa del forte vento sulla sua auto. Due vittime anche a Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, dove un albero ha colpito l'auto su cui viaggiavano marito e moglie. La quarta vittima è una persona che è finita con l'auto in un torrente in piena in provincia di Macerata. Ultimo decesso nei pressi di Villafranca, in provincia di Verona, dove un uomo di 50 anni è annegato dopo essere scivolato nel fiume Tione.Numerosi anche i feriti. Sempre in Calabria, nelle campagne del Vibonese, un altro albero abbattuto dal vento è finito su un bambino di otto anni, provocandogli un trauma cranico e varie fratture a causa della quali è stato trasferito nell'ospedale di Reggio Calabria.La Protezione civile ha esteso anche a oggi l'allerta di condizioni meteo avverse, che prevede il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria, Lombardia meridionale, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana, Sardegna, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise.(Immagini Afp)