Londra (TMNews) - Privatizzazioni, che passione. Il governo britannico cederà la partecipazione del 40% in Eurostar, il treno ad alta velocità che collega Londra con Parigi e Bruxelles.L'operazione rientra nel nuovo piano nazionale delle infrastrutture che prevede privatizzazioni per 24,1 miliardi di euro entro i prossimi sei anni, un primo passo per garantire investimenti pubblici e privati per 450 miliardi di euro da qui al 2030.Eurostar ha recentemente annunciato un incremento del 10% delle entrate e del 5% nel numero dei passeggeri rispetto all'anno precedente, un business cui sembrano molto interessate grandi compagnie d'assicurazioni che hanno dichiarato la disponibilità a investire 30 miliardi di euro nel settore delle infrastrutture nei prossimi cinque anni.Il viceministro britannico del Tesoro Danny Alexander è il grande supporter del piano di privatizzazione dell'Eurostar. Si tratta di grandi notizie per la società britannica, ha dichiarato. "Dopo anni di colpevole negligenza abbiamo il dovere di rinnovare le infrastrutture del paese in materia di energia, strade, ferrovie, difesa dalle inondazioni, nelle comunicazioni e nelle risorse idriche".Il tutto, nei piani del governo, dovrebbe servire da traino per tutta l'economia britannica, creando nuovi posti di lavoro e stimolando tutte le attività collegate. Sogni e speranze ad alta velocità.(Immagini Afp)