Roma, (askanews) - La Catalogna, importante comunità autonoma della Spagna che negli ultimi anni è sempre più orientata verso l'indipendenza, nel 2015 ha aperto una delegazione del suo governo autonomo regionale (Generalitat de Catalunya) in Italia. Abbiamo chiesto a Luca Bellizzi, capo della sede e delegato della Generalitat a Roma, quali sono gli obiettivi della sua rappresentanza."Rappresentare e promuovere la Catalogna a 360 gradi - ha spiegato Bellizzi - per quello che è l'economia, il nostro commercio, il turismo, la cultura, la lingua, e ovviamente stabilire relazioni dirette con le istituzioni e i mezzi di comunicazione. Per noi è fondamentale far conoscere il brand Catalunya"."L'Italia - ha sottolineato il delegato della Generalitat a Roma - è un paese strategico per la Catalogna, dal punto di vista economico: basti ricordare che è il terzo paese di destinazione delle nostre esportazioni, il 15% degli investimenti esteri catalani si concentrano in Italia in settori chiave come il farmaceutico, le infrastrutture, la tecnologia; ma anche da un punto di vista culturale ci sono relazioni molto importanti, basti ricordare che la terza lingua verso cui si traducono i libri pubblicati in catalano è l'italiano. Sono numeri che già dimostrano l'eccellente relazione che abbiamo, ma credo che ci siano margini per sviluppare e stringere ancor di più i legami fra i due paesi".