Milano, (TMNews) - Il D-day settanta anni dopo: i potenti del pianeta hanno celebrato l'anniversario dello sbarco degli Alleati in Normandia, il 6 giugno del 1944. Barack Obama, Francois Hollande Angela Merkel, David Cameron, Giorgio Napolitano: tutti a Deauville, Omaha Beach, Coleville-sur-mere, nei luoghi simbolo della battaglia che ha determinato la vittoria contro il nazismo. "Alla fine del giorno più lungo, questaspiaggia era stata combattuta, persa, ricombattuta e conquistata - ha detto Obama- un pezzo d'Europa ancora una volta liberata. Una breccia fuaperta nel muro di Hitler". "Omaha Beach. La Normandia - ha continuato - Sono state la testa di ponte della democrazia. La nostra vittoria non è stata solo decisiva per quel secolo ma ha portato sicurezza e benessere anche per le generazioni future".Il presidente americano ha reso omaggio ai caduti americani recandosi nel cimitero di Colleville-sur-Mere. Poi ha salutato i veterani di guerra, 1800 giunti in Normandia per le celebrazioni. Da parte sua, l'ospite di casa, il presidente francese Francois Hollande, ha ringraziato gli Stati Uniti, dichiarando solennemente che la Francia "non scorderà mai ciò che deve all'America".(immagini Afp)