Milano (TMNews) - Il cyber crimine costa alle aziende di tutto il mondo 315 miliardi, tanto infatti perdono ogni anno a causa di attacchi da parte di criminali tecnologici organizzati. Il conto del costo economico della sicurezza sul Web lo fa uno studio sulla pirateria informatica condotto dal colosso delle ricerche di mercato IDC in collaborazione con la National University of Singapore, commissionato da Microsoft in occasione di "Play It Safe", la campagna internazionale per creare maggiore consapevolezza sulla relazione tra malware e pirateria.Secondo lo studio inoltre ogni 500 miliardi di dollari vengono spesi per risolvere i problemi provocati dal caricamento deliberato di malware su software contraffatto, 127 per gestire i problemi di sicurezza e 364 miliardi di dollari per affrontare le violazioni dei dati. Costi che riguardano non solo le aziende ma anche i consumatori con 25 miliardi di dollari e 1,2 miliardi di ore dedicate alla gestione delle minacce alla sicurezza.