Roma, (askanews) - "Giustizia" e poi "Vergogna". Le urla dei consiglieri comunali del M5S regionali e comunali, nel momento in cui gli è stata impedita l'entrata al Consiglio comunale. I consiglieri erano arrivati per seguire la seduta in Campidoglio, ma sono stati bloccati prima alle transenne, e poi al portone d'ingresso."Si è dimesso il capogruppo del Pd in Consiglio regionale. E' l'ennesima dimostrazione che anche il Pd regionale è coinvolto nel sistema di Mafia capitale. Oggi siamo qui per chiedere le dimissioni del sindaco Marino - dice il capogruppo del M5S alla regione Davide Barillari - domani chiederemo quelle del presidente Zingaretti, che non può più sfuggire alle sue responsabilità. I cittadini devono riprendersi Roma, rubata da Marino e da chi ha pensato solo ai propri interessi".