Idomeni, (askanews) - La polizia macedone continua a usare le maniere forti contro i migranti nel campo profughi di Idomeni, alla frontiera con la Grecia. A tre giorni dai violenti incidenti avvenuti nello stesso punto, le forze dell'ordine della Macedonia hanno di nuovo sparato granate lacrimogene contro un centinaio di migranti che manifestavano chiedendo la riapertura delle frontiere.