Bruxelles (askanews) - Tassisti da tutta Europa si sono dati appuntamento a Bruxelles per protestare contro Uber. Un convoglio di 300 macchine ha attraversato le strade della città bloccando il quartiere in cui hanno sede le istituzioni europee e la strada per l'aeroporto. Molti viaggiatori hanno dovuto percorrere l'ultimo tratto a piedi per non perdere i loro voli."Noi stiamo subendo una concorrenza sleale - dice Concha Guardado, tassista di Madrid - siamo qui per difendere i taxi e creare un accordo collettivo fra tutti i tassisti europei: Francia, Belgio, Svizzera, Portogallo e aspettiamo la partecipazione anche di Germania e Italia".Uber, che mette in contatto direttamente clienti e autisti attraverso un'app, è contestata dai tassisti in tutto il mondo, Italia compresa, perché accusata di non rispettare le regole e le restrizioni a cui sono sottoposti i taxi regolamentari.