Roma, (askanews) - Nel piccolo villaggio di Shoushan, città natale dell'ex leader comunista Mao Tse Tung, il turismo rosso attira centinaia di migliaia di fedeli di Mao ogni anno.Ciò nonostante non è prevista alcuna cerimonia ufficiale per ricordare il cinquantesimo anniversario della Rivoluzione culturale lanciata da Mao.Era il 16 maggio 1966 quando l'ormai anziano leader, lanciò una circolare nella quale denunciava l'infiltrazione del Partito comunista di elementi revisionisti controrivoluzionari i quali volevano creare un regime borghese. Passarono pochi giorni e la stampa ufficiale lanciò l'ordine di colpire le antiche abitudini della società cinese.(immagini Afp)