New York (askanews) - Si è risolto rapidamente l'incidente avvenuto nelle acque del Golfo persico tra la repubblica Islamica e gli Stati Uniti. I dieci marinai americani trattenuti dall'Iran per alcune ore hanno lasciato il Paese a bordo delle loro motovedette. Lo ha riferito il Pentagono.I Guardiani della Rivoluzione islamica che avevano bloccato le due motovedette per aver "violato le acque territoriali" iraniane, hanno riconosciuto che "non è stato un atto ostile".Le due navi militari americane infatti sono entrate in acque territoriali iraniane a causa di un problema del loro sistema di navigazione.Il segretario di Stato americano, John Kerry, ha ringraziato l'Iran per aver risolto il caso dei 10 marinai statunitensi fermati nelle acque territoriali iraniane "pacificamente e in modo efficace".(immagini AFP)