New Delhi (TMNews) - Mentre la partita diplomatica tra l'Italia e l'India si fa sempre più articolata, dall'ambasciata italiana di New Delhi arrivano le voci dei due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. I due militari, accusati per la morte di due pescatori, si ribadiscono innocenti e benché esprimano dispiacere per le vittime, ripetono di non sentirsi in nessun modo responsabili. L'accusa di terrorismo, secondo i due, è quella che fa più male, anche se dall'Italia il sostegno non è mai venuto meno. E il ministro degli Esteri Emma Bonino è intervenuta di nuovo per ripetere che Latorre e Girone non sono né terroristi né pirati. Dal canto suo anche il premier Enrico Letta ha invitato tutto il Paese a essere unito per riportare a casa i marò.