New York, 27 giu. (TMNews) - Hillary Rodham Clinton è la paladinadelle donne, dei bambini e dei poveri o è una ricca donnaelitaria? È la domanda che negli Stati Uniti si pongonogiornalisti, politici e potenziali elettori.Quello che sta catturando l'attenzione dei media non sono lerivelazioni che l'ex first lady ha fatto nel suo libro "HardChoices" ma ciò che è emerso durante la promozione di questovolume: lo stato delle finanze personali della famiglia Clinton.Se l'ex segretario di Stato dovesse decidere di candidarsi allepresidenziali del 2016 dovrebbe difendersi dalla stessa arma cheimpugnò il suo partito nel 2012 per minare la credibilitàdell'allora candidato repubblicano Mitt Romney: il suopatrimonio.Documenti finanziari depositati nel 2012 dall'ex first lady hannomostrato che lei e suo marito Bill (il 42esimo inquilino dellaCasa Bianca) avevano un patrimonio netto stimato tra i 5 e i 25milioni di dollari. Una ricchezza, che solo l'1 per cento degliamericani può vantare, ridimensionata (a parole) proprio inquesti giorni da Clinton.