Londra, (TMNews) - Sì al riconoscimento di uno Stato palestinese. Un sì simbolico ma molto pesante quello che è stato pronunciato alla Camera dei Comuni del Regno Unito con un voto bipartisan che ha visto comunque l'assenza della maggioranza dei deputati britannici. "Dobbiamo incoraggiare i palestinesi che da vent'anni seguono il percorso della diplomazia e della non violenza e inviare loro un messaggio: una pace durevole deve passare dal dialogo e non dalle armi", ha dichiarato Grahame Morris, deputato laburista che ha depositato la mozione. Il voto del Parlamento britannico ha un valore puramente simbolico e il governo di David Cameron non è tenuto a conformarsi. D'altra parte, la posizione dell'esecutivo "è molto chiara e non sarà cambiata", aveva avvertito alla vigilia del voto un portavoce di Downing Street. Non si è fatta attendere la reazione di Israele che attraverso una nota del ministero degli Esteri ha commentato che un riconoscimento internazionale prematuro "può minare la possibilità di giungere a una pace durevole".(immagini Afp)