Rimini, (TMNews) - I delfini di Rimini sono sotto sequestro. I quattro esemplari della specie Tursiops truncatus, delfino dal naso a bottiglia, sono stati sequestrati dal Corpo forestale dello Stato - Servizio Centrale CITES e personale del Comando Provinciale Forestale di Rimini. Un provvedimento disposto dal Gip di Rimini su richiesta della Procura, che nasce da un sopralluogo congiunto ministeriale di luglio, come spiega Aldo Terzi, comandante del Corpo Forestale di Rimini. E' il primo sequestro di questo tipo in Europa per il reato di maltrattamento animale: "Tutto è partito da un sopralluogo ministeriale di luglio che ha fatto iniziare una serie di accertamenti legati agli aspetti veterinari e strutturali, che hanno portato al convincimento che ci fosse una situazione penale in corso".Tra le irregolarità della struttura emerse nell'ispezione, che hanno portato a sanzioni amministrative per circa 18mila euro, c'era la presenza di una sola vasca anzichè le due previste. Il delfino più piccolo si era anche ammalato per cause naturali. Massimiliano Bacillieri, legale rappresentante del Delfinario, di proprietà statale perchè sul demanio pubblico. "Abbiamo chiesto in qualità di gestori di rifare il delfinario, l'amministrazione comunale ha rifiutato, e sempre lo Stato attraverso il ministero ci multa per questo e oggi ci porta via gli animali".I delfini, una madre e i tre figli, vengono trasferiti all'acquario di Genova.