Genova, (TMNews) - Con l'arrivo del caldo, i bambini di Gaza si spostano nella città di Rafah per i campi estivi. Qui non si fanno sport o gite scolastiche, ma ci si addestra alla guerra insieme agli animatori di Hamas. Si può imparare a montare un kalashnikov, si saltano gli ostacoli e si attraversano i tunnel. L'organizzazione estremista palestinese inculca i fondamentali della resistenza fin dall'infanzia."Sono qui per essere addestrato in questo campo che forma la generazione che libererà Gerusalemme dall'occupazione sionista", dice un bambino. Un istruttore delle Brigate di Al-Qods insiste sul fatto che si tratta solo di campi solari. "Non facciamo niente di male - dice - se un bambino non riesce a superare gli ostacoli, può giocare a qualcosa'altro. Tanti sono felici di questi percorsi".L 'animatore fa notare che "Gaza si trova in mezzo alla guerra. In un ambiente del genere i bambini risentono inevitabilmente del clima di rabbia e quindi - spiega - hanno bisogno di spazi per il divertimento". Solo qui, in una delle aree a più alta tensione del Pianeta, il concetto di divertimento può essere associato a giochi come quelli del campo estivo di Hamas: dal salto del filo spinato all'inseguimento del bambino travestito da militare israeliano.(immagini Afp)