Roma, 20 gen. (askanews) - Prima uscita pubblica di Michel Houellebecq, dall'attacco al settimanale satirico Charlie Hebdo. L'autore francese, abituato a suscitare polemiche, ha presentato in Germania, a Colonia, il suo nuovo libro "Soumission", uscito proprio nel giorno degli attentati di Parigi e di cui aveva sospeso la promozione in Francia in rispetto delle vittime.Al Festival internazionale della letteratura di Colonia, Houellebecq ha parlato del libro che immagina in un futuro non così lontano un presidente musulmano per la Francia. E introducendolo, alla luce di quanto accaduto, ha chiarito: "Adesso diventa più difficile e mi trovo a dover spiegare per l'ennesima volta due cose: prima cosa che 'Sottomissione' non è un libro islamofobo; seconda cosa, che si ha il diritto di scrivere un libro del genere se si vuole".Parlando poi della manifestazione di massa a Parigi contro gli attentati, l'autore ha sottolineato che, più che un segno di unità nazionale, ha significato quanto i francesi siano attaccati alla libertà di espressione. E ha aggiunto: "Non c'è bisogno di essere un eroe o di agire da eroi. A volte basta essere testardi. E i disegnatori di Charlie Hebdo lo erano davvero".La presentazione si è tenuta tra ingenti misure di sicurezza, ha fatto sapere la polizia. Il libro punta a diventare best seller in Germania e l'editore tedesco che lo ha fatto uscire con una prima tiratura di 100mila copie, ha già previsto di farne uscire altre 50.000.(immagini Afp)