Parigi (askanews) - Lo scrittore francese Michel Houellebecq si è scagliato contro una serie di articoli che lo riguardano pubblicati dal quotidiano "Le Monde". L'inchiesta, secondo l'autore, svelerebbe troppi dettagli delle sue abitudini "rendendo difficile il lavoro dei poliziotti". Lo scrittore vive sotto scorta dall'attentato al giornale satirico Charlie Hebdo, nel cui ultimo numero si parlava del suo romanzo "Sottomissione", in cui Houellebecq immagina che l'Islam radicale prevalga in Francia, prendendo il potere per vie democratiche.I giornalisti che praticano questo genere di inchiesta, ha detto lo scrittore, "possono diventare pericolosi", sapere dove faccio la spesa non ha una rilevanza nazionale".Houellebecq già nei giorni scorsi aveva attaccato l'inchiesta di le Monde, con cui si è rifiutato di collaborare, chiedendo a conoscenti e amici di fare lo stesso.