Hong Kong, (TMNews) - Le autorità di Hong Kong hanno lanciato l'abbattimento di 20mila polli dopo la scoperta di un focolaio di influenza aviaria tra il pollame importato dalla Cina popolare. I timori di un'epidemia in una megalopoli traumatizzata dalla crisi provocata nel 2003 dalla Ards, la sindrome da distress respiratorio, sono state rinfocolate dopo la morte di due persone, affette da sindrome aviaria dopo un viaggio in Cina.Il mercato di Cheung Sha Wan, l'unico mercato all'ingrosso di pollame di Hong Kong, sarà chiuso almeno tre settimane per la disinfestazione mentre nessun esemplare aviario potrà essere importato dalla Cina e anche il commercio interno è stato provvisoriamente sospeso.Grossisti e produttori locali sono furiosi nei confronti del governo per non avere bloccato per tempo alla frontiera il pollame cinese, i primi perché si trovano a dover distruggere una merce pagata per buona e gli altri perché temono possibili contaminazioni.Un portavoce del governo ha spiegato che non esistono le necessarie strutture di quarantena alla frontiera.(Immagini Afp)