Hong Kong (TMNews) - Scontri in piazza a Hong Kong tra manifestanti pro democrazia e decine di uomini con il volto coperto nel quartiere Admiralty,principale sito delle proteste degli ultimi giorni, dove la polizia ha cominciato a rimuovere le barricate."In alcuni quartieri della città - ha spiegato il governatore di Hong-Kong, Leung Chun-Ying - ci sono barricate ma poca gente per strada per cui la polizia ha rimosso questi ostacoli".Gli scontri sono iniziati quando gli uomini mascherati hanno cercato di forzare e smantellare le barricate; due di loro sono stati buttati a terra dalla polizia, che ha formato un cordone per tenere lontani i manifestanti che hanno urlato di "arrestare la triade", facendo riferimento alla mafia cinese.Già nei giorni scorsi i dimostranti hanno accusato la mafia cinese di aver provocato le violenze scoppiate sui siti occupati a Hong Kong.Da oltre due settimane, i manifestanti, in maggioranza studenti, hanno occupato alcune zone della vittà per chiedere più democrazia nell'ex colonia britannica, passata sotto il controllo di Pechino nel 1997. Chun-ying ha dichiarato che i manifestanti non hanno "alcuna possibilità" di far cambiare posizione a Pechino sulle riforme, non escludendo il ricorso alla forza per mettere fine alle manifestazioni.(Immagini Afp)