Hong Kong, 2 ott. (TMNews) - Ultimatum di Occupy Central al governo di Hong kong. Più di tremila persone si sono riunite davanti alla sede dell'esecutivo locale per chiedere le dimissioni immediate del premier. Leung Chun-ying è percepito dai manifestanti come una marionetta di Pechino. "Leung non ha mai voluto incontrarci - spiega questo giovane manifestante - ora stiamo circondando gli edifici del governo. Ci deve parlare in faccia".Le autorità cinesi hanno intanto ribadito che le proteste di Hong Kong sono "un affare interno della Cina". "Tutti i paesi devono rispettare la sovranità della Cina e questo è un principio fondamentale che disciplina le relazioni internazionali", ha avvertito il capo della diplomazia cinese Wang Yi. Gli Stati uniti, da parte loro, hanno invitato le autorità di Hong Kong alla "moderazione".(immagini Afp)