Hong Kong, (askanews) - Sarebbe imminente il rilascio dei librai di Hong Kong dei quali si erano perse le tracce nelle ultime settimane. La polizia dell'ex colonia britannica ha affermato che potrebbero essere liberati nei prossimi giorni i cinque impiegati della casa editrice Mighty Current, nota per le sue posizioni critiche verso Pechino e ricca di saggi che indagano il potere centrale cinese. I librai erano scomparsi nel nulla tra ottobre e dicembre, poi la notizia che erano tutti in ostaggio delle autorità cinesi perché finiti sotto inchiesta. Un caso che aveva sollevato forti timori a Hong Kong, dopo l'esito dei movimenti pro-democrazia soffocati cono la repressione. Le famiglie dei librai sono state avvertite dell'imminente rilascio, ma non è chiaro se potranno tornare subito a casa.La notizia arriva dopo che nei giorni scorsi i librai erano ricomparsi in tv rilasciando interviste nelle quali "confessavano" di aver violato le leggi sulcommercio dei libri. Il loro caso ha ravvivato nella ex colonia britannica i timori di limitazioni sempre più severe alla libertà d'espressione per la popolazione locale che dovrebbe godere di una relativa autonomia da Pechino.