Abuja (askanews) - Il gruppo terrorista Boko haram resta ancora un pericolo nonostante l'enorme forza militare che lo sta combattendo. Lo ha detto il presidente francese Francois Hollande, in Nigeria, ad Abuja, per un vertice che ha fatto il punto sulla lotta a Boko Haram, colpevole di violenze e rapimenti, compreso quello delle 200 studentesse che diede il via alla campagna internazionale "bring back our girl", "ridateci le nostre ragazze"."Questo gruppo terrorista è stato respinto, ridotto, obbligato a retrocedere, ha lasciato dei territori che comandava, eppure resta ancora una minaccia", ha detto Hollande che ha partecipato al summit insieme ai rappresentanti degli Stati frontalieri della Nigeria, delegazioni dell'Unione Europea e organizzazioni dei Paesi dell'Africa Centrale e Occidentale.Al centro dei colloqui la formazione di una forza militare congiunta di oltre 8mila uomini fra soldati nigeriani e dei paesi confinanti. Impegni di assistenza militare sono arrivati anche dall'Occidente, da Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna.