Parigi (askanews) - Un'azione coordinata, tre terroristi uccisi, due assalti in luoghi diversi fra cui un supermercato ebraico, quattro ostaggi morti: si è concluso nel sangue il pomeriggio di fuoco della Francia e la caccia agli autori della strage del settimanale Charlie Hebdo. E in diretta televisiva il presidente socialista Francois Hollande ha voluto ringraziare le forze dell'ordine e lanciare un appello all'unità nazionale, contro il razzismo e l'antisemitismo. "La Francia ha fronteggiato la situazione, ha detto Hollande, esprimo tutta la mia solidarietà alle famiglie e alle vittime"."Vi chiedo di essere uniti l'unità è la nostra migliore arma dobbiamo essere implacabili contro razzismo ed antisemitismo - ha continuato - Nel supermercato si è portato avanti un atto antisemita intollerabile.I due assedi erano collegati, l'assalitore del supermercato kosher a Parigi dove sono morte quattro persone ha detto a una tv francese di aver sincronizzato la sua azione con i fratelli Kouachi, gli altri due jihadisti accusati della strage di Charlie Hebdo e uccisi in una tipografia. Ma non si possono accusare tutti i musulmani, ha sottolineato Hollande."Dobbiamo evitare - ha ammonito - che questi fanatici possano pensare che hanno a che fare con l'Islam. Non hannoniente a che fare con la religione musulmana".(Immagini Afp)