Parigi (Askanews) - Appena appresa la notizia dell'attentato alla sede del settimanale Charlie Hebdo, il presidente della Repubblica francese Francois Hollande si è recato sul posto, nell'undicesimo arrondissement di Parigi. "Un atto di una barbarie eccezionale è stato commesso qui a Parigi contro un giornale. Un giornale significa espressione della libertà contro dei giornalisti che avevano sempre voluto mostrare che potevano agire in Francia per difendere le loro idee. Erano anche presenti dei poliziotti per proteggerli. Gionalisti e agenti sono stati vilmente assassinati. Undici persone sono morte e quattro sono gravissime ed il bilancio non è definitivo. Quaranta persone sono state tratte in salvo", ha spiegato il presidente francese. "Sarà data la caccia agli autori di questa azione finché non saranno arrestati, giudicati e condannati", ha sottolineato Hollande che ha parlato chiaramente di un attentato terroristico. Il presidente ha già convocato una riunione d'emergenza dell'esecutivo alzando l'allerta nel Paese.(immagini Afp)