Roma, (askanews) - Una grande richiesta d'aiuto luminosa. Cinque milioni di tappi usati di plastica colorata racchiusi in gabbioni metallici che formano la parola "Help" su una superficie di 1.500 mq a Mozia, sull'Isola di San Pantaleo, nello Stagnone, di fronte a Marsala, in Sicilia. E' l'installazione di Maria Cristina Finucci che potrà vedere chi sorvolerà la Sicilia Nord occidentale dal 24 settembre all'8 gennaio 2017.

"HELP, L'Età della plastica" è l'ultima provocazione dell'artista, creata per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'inquinamento causato dai rifiuti di plastica nei mari e negli oceani. E' promossa e realizzata dalla Fondazione Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo in collaborazione con la Fondazione Whitaker ed è l'ultima delle tappe del progetto Wasteland, lo stato costituito da rifiuti e riconosciuto nel 2013 dall'Unesco su richiesta dell'artista, una nazione ideale costituita dalle 5 isole formate dalla plastica dispersa negli oceani la cui superficie totale è 16 milioni di km2.