Roma, (TMNews) - A Torino va in scena la Biennale della Democrazia, una kermesse di cinque giorni tra dibattiti, convegni, seminari sul ruolo della coesistenza democratica nell'attuale scenario politico. A presiedere la lezione introduttiva dal titolo "Idee sulle idee" è stato il presidente di Biennale, Gustavo Zagrebelsky: "La politica è detta la cura della felicità dei cittadini e il buon politico è paragonato al medico che guarisce le malattie".Con lezioni, dibattiti, momenti di spettacolo e progetti per le scuole, Biennale Democrazia 2013 conduce il pubblico attraverso una riflessione sulle diverse concezioni del mondo e sul futuro del Paese.Zagrebelsky, presidente emerito della Corte Costituzionale nonché indicato tra i possibili candidati alla Presidenza della Repubblica, commenta così il ruolo della Rete nella politica, con un riferimento seppure indiretto ai grillini:"C'è il mito della rete, un click un voto. Ma prendere decisioni che non si esauriscono nel proprio particolare, ma che siano capaci di armonizzarsi con altre esigenze, richiede riflessioni, confronto, dialogo. Col click finisce tutto là".La Biennale Democrazia è stata aperta al Teatro Carignano di Torino dal presidente della Camera, Laura Boldrini.