Milano, 18 apr. (askanews) - "È una tragedia nella tragedia, nasce dalla rabbia e si esasperano le divisioni, i contrasti etnici e religiosi, perché quando c'è questa siztuazione di disperazione uno si aggrappa alle sue sicurezze e pensa che questa debbano essere imposte anche agli altri".Così monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, all'anteprima dell'Ostensione della Sindone, parlando a prosito degli episodi di intolleranza religiosa su alcuni barconi di migranti quando fedeli islamici hanno buttato in mare loro compagni di sventura solo perché di religione diversa."non possiamo pensare che tutti quelli che arrivano in Italia siano dei santi - ha copncluso il porporato - ma neanche essere preoccupati che siano tutti dei terroristi".