Damasco (askanews) - L'avanzata apparentemente inarrestabile delle forze governative siriane nella provincia di Aleppo sembra avere messo in bilico anche le fragili speranze dei negoziati di pace tra il regime e l'opposizione in corso a Ginevra con la mediazione delle grandi potenze.La massiccia operazione militare lanciata dal regime di Bashar al Assad nella parte settentrionale della provincia di Aleppo potrebbe rivelarsi decisiva per le sorti del conflitto siriano.La televisione libanese al-Manar, gestita dagli Hezbollah, ha diffuso le immagini esclusive dei festeggiamenti nelle strade dei villaggi di Nubol e Zahraa, alla periferia di Aleppo, che salutano l'entrata delle forze governative e delle milizie alleate dopo la ritirata dei guerriglieri dello Stato islamico. Nel video si vedono folle festanti che abbracciano militari e miliziani in un tripudio di bandiere siriane e di vessilli gialli hezbollah.L'esercito siriano, che ha tagliato l'ultima linea di rifornimento con la Turchia dei ribelli di Aleppo - principale roccaforte dell'opposizione armata - ha cominciato a riguadagnare terreno da quando la Russia, il 30 settembre del 2015, ha deciso di intervenire militarmente e decisamente per sostenere il regime dell'alleato siriano.In quel momento, Damasco era sull'orlo del collasso dopo una serie di drammatiche sconfitte. Ma i massicci bombardamenti dei caccia del Cremlino e lo schieramento dei consiglieri russi sul campo hanno permesso alle forze governative di ribaltare la situazione con travolgenti avanzate in tutto il territorio siriano: dalla provincia nord-occidentale di Latakia, ad Aleppo nel nord e Deraa nel sud del paese.(Immagini Afp)