C'era un evidente stupore tra il pubblico giapponese al lancio ufficiale in Giappone della più nuova delle Ferrari, la GTC4Lusso T, con un marketing decisamente insolito. Se di recente la Casa del cavallino rampante aveva festeggiato il suo mezzo secolo in Giappone con una proposta che più di nicchia non si può - la fuoriserie J50, un Roadster in soli 10 esemplari - al T-Site di Daikanyama (Tokyo) e' stato presentato il modello con cui il marchio intende allargare e ringiovanire la sua base di clientela come mai fatto in passato. Il ceo di Ferrari Japan, Reno De Paoli, ha introdotto quattro tipologie di clienti. Il primo e' il giovane manager: prende la vettura per andare a un appuntamento di lavoro in un percorso urbano (messaggio: la vettura e' adatta anche per una guida molto piu' frequente rispetto agli altri modelli, anche in un contesto metropolitano). Il secondo e' una single dinamica, che si appresta ad andare al mare con la tavola da surf passando nel tragitto a prendere le amiche. Il terzo e' una mamma che porta il figlioletto a scuola. Il quarto una coppia con due figli che si appresta ad andare ad Hakone per un salubre weekend di mezza montagna. Miracoli dei quattro posti, di un bagagliaio insospettabilmente capiente (450 litri; 800 senza i sedili posteriori) e - sottolinea De Paoli - di una attenzione agli interni per aumentare il comfort, visto che si tratterà della Ferrari dentro la quale il cliente passera' più tempo rispetto a qualsiasi altro modello del cavallino rampante. D'altra parte, sarà pure spendibile in “formato famiglia”, versatilità e potenziale utilizzo quotidiano, ma si si tratta pur sempre di una vettura dal Dna Ferrari, equipaggiata con un biturbo V8 da 610 cavalli che può accelerare in 3,5 secondi da 0 a 100 km/h.