Atene (askanews) - Lo scontro economico finanziario tra Atene e Berlino ha radici lontane. Ma ora è il governo ellenico a battere cassa. Secondo il viceministro delle Finanze di Atene, Dimistris Mardas la Germania deve alla Grecia 278,7 miliardi di euro in risarcimenti di guerra. In questa cifra sono compresi 10,3 miliardi di euro per un "prestito obbligato" che fu preteso dalle forze di occupazione naziste.Il ministro della Giustizia del governo di Alexis Tsipras ha detto il mese scorso di essere pronto a dare esecuzione a una sentenza di 15 anni fa della Corte suprema che autorizza il sequestro di asset tedeschi in Grecia per ripagare le atrocità di guerra."Devono pagare, così le giovani generazioni di tedeschi imprareranno che se fai qualcosa di sbagliato poi devi pagare" dice un abitante di Distomo dove le SS massacrarono 218 civili, nel giugno del 1944.La disputa in realtà ha raggiunto uno stallo giudiziario dopo una vittoria tedesca presso la Corte internazionale di giustizia nel 2012 nei confronti dell'Italia che aveva violato la legge internazionale permettendo ai suoi tribunali di procedere in cause risarcitorie contro la Germania.Berlino sostiene che la questione delle riparazioni alla Greciaè stata già risolta con i pagamenti fatti negli anni '60, ma ha avuto un ulteriore chiarimento con gli accordi fatti dalle due Germania negli '90 per chiudere formalmente la seconda guerra mondiale.(immagini AFP)