Atene, (TMNews) - Scuole e ospedali chiusi, trasporti bloccati. Gli statali greci sono scesi in piazza contro il taglio di 25mila posti di lavoro annunciato dal governo di Atene. I sindacati hanno proclamato lo sciopero generale contro le richieste della troika che hanno portato il governo greco, in cambio dei prestiti, a ridurre il salario per un anno a migliaia di funzionari pubblici, che alla fine di questo periodo saranno trasferiti o licenziati. "Venderanno tutto ciò che potranno - dice un dipendente pubblico - le scuole, gli ospedali. In sostanza sarà dato tutto in mano ai privati"."Il sostegno dello Stato deve restare - ribatte una donna - non può essere delegato tutto ai privati"."Ci hanno portato alla rovina - si sfoga un'altra signora - ci vogliono distruggere".(immagini Afp)