Atene (askanews) - Il popolo deve tornare a decidere. Con queste parole il premier greco Alexis Tsipras ha annunciato le sue dimissioni innescando il meccanismo costituzionale delleelezioni anticipate. Tsipras, in un discorso in diretta televisiva alla nazione, ha dichiarato di considerare ormai esaurito il mandato ricevuto il 25 gennaio scorso dal popolo greco."Tra breve incontrerò il presidente della Repubblica per ratificare le mie dimissioni e quelle del governo, ha spiegato il premier greco. Il mandato che mi era stato affidato il 25 gennaio è giunto al termine e dobbiamo rimettere al popolo la volontà di decidere. Con il vostro voto dovrete stabilire se abbiamo rappresentato in maniera legittima il paese nel corso dei negoziati con i nostri creditori. Giudicherete voi se l'accordo sul piano di salvataggio possiede le condizioni per superare la crisi e contribuire a rilanciare l'economia e se questo accordo ci aiuterà a porre fine alle misure di austerità".La decisione di Tsipras giunge in un momento assai delicato in cui il leader della sinistra greca sta affrontando una irriducibile fronda interna al suo partito Syriza proprio riguardo alle misure di austerità chieste dai creditori internazionali per concedere un nuovo massiccio piano di salvataggio del valore di 86 miliardi di euro. Con una sorta di referendum, Tsipras affida alle urne la valutazione del suo operato e di quello del suo esecutivo.Fonti di governo hanno riferito che la data più probabile per le elezioni anticipate sarebbe il 20settembre prossimo.(Immagini Afp)