Bruxelles (askanews) - La Grecia, insieme all'Ucraina e alla Libia, continua a rimanere in cima alle preoccupazioni dell'Europa. Gli incontri tecnici che si sono svolti tra il governo greco e la cosiddetta Troika, Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale, non hanno sortito risultati concreti per quanto riguarda le possibilità di un accordo tra Atene e Bruxelles.Il botta e risposta tra il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble e il governo ellenico non ha fatto che aumentare le tensioni. In un'intervista radiofonica Schaeuble, il falco economico della Unione europea si è detto molto scettico sulla possibilità di un accordo. "I greci hanno elettoun governo che si sta comportando in maniera piuttosto irresponsabile, ha detto, Mi dispiace per loro".Pronta la replica del portavoce del governo greco Gavril Sakellaridis. "Chi è irresponsabile e chi responsabile è soggettivo, ha dichiarato. Anch'io potrei dire che il comportamento della Germania è irresponsabile. Ma non voglio cominciare uno scambio di insulti".Per cercare di gettare acqua sul fuoco è intervenuto il commissario europeo agli Affari economici Pierre Moscovici, che si è detto certo che si possa trovare un'intesa sul programma di finanziamento alla Grecia: "Ritengo che dobbiamo farcela, che possiamo farcela e che esiste la volontà di farcela. E quando c'è la capacità e la volontà si riesce sempre a farcela, La Commissione, ha concluso Moscovici, ha un solo obiettivo e una sola volontà, trovare un buon accordo che ci permetta di aprire una nuova fase nella relazione tra Grecia e Unione europea".(Immagini Afp)