Atene (askanews) - La Grecia ha avviato la proceduta costituzionale in vista delle elezioni anticipate determinate dalle dimissioni rassegnate dal premier Alexis Tsipras. Il capo dello Stato Prokopis Pavlopoulos ha affidato a Vaguelis Meimarakis, dirigente del partito di opposizione Nuova democrazia, il tentativo di formare un governo di coalizione.Secondo quanto previsto dalla Costituzione ellenica, infatti, le dimissioni del governo innescano la procedura dei cosiddetti mandati esplorativi. I tre maggiori partiti rappresentati in Parlamento, sulla base del numero dei deputati eletti, vengono chiamati uno dopo l'altro a tentare la formazione di un nuovo governo nello spazio di tre giorni. Se la ricerca di una maggioranza alternativa dovesse fallire, l'ipotesi più probabile nel quadro politico greco attuale, il presidente della Repubblica convocherà le elezioni legislative anticipate. Come previsto, e auspicato, dalla spericolata scommessa lanciata da Tsipras.(Immagini Afp)