Berlino. (askanews) - Se Atene piange, Sparta non ride... La cancelliera tedesca Angela Merkel, in un discorso al Bundestag, ha cercato di rassicurare la Germania e l'Europa affermando che "Il futuro dell'Europa non è in gioco". Ma non ha potuto fare a meno di ricordare le gravi difficoltà in cui si trova, a corto di soluzioni, l'Unione europea a guida tedesca."Sì, questi sono giorni turbolenti e la posta in gioco infatti è alta, ha dichiarato Angela Merkel al Parlamento tedesco. Il mondo ci guarda, ma il futuro dell'Europa non è in gioco".Il futuro dell'Europa sarebbe in gioco se dimenticassimo chi siamo e ciò che ci rende forti, una comunità basata su regole e responsabilità, ha aggiunto la Merkel."Un buon europeo non è chi intende raggiungere un compromesso a qualsiasi costo - ha ammonito la cancelliera tedesca - adesso possiamo attendere con calma perché l'Europa oggi è forte. Molto più forte di cinque anni fa quando dalla Grecia scoppiò la crisi del debito in Europa".A breve sapremo se si è trattato solo di una sorta di training autogeno economico-politico o se l'Europa riuscirà davvero a uscire dal pericolo del contagio sismico ellenico, rafforzando l'Unione europea e l'Eurozona.(Immagini Afp)