Maiduguri (askanews) - Due donne kamikaze si sono fatte esplodere in un mercato di Maiduguri, nel Nord-est della Nigeria, causando la morte di almeno una decina di persone e diversi feriti.Una donna di una quarantina di anni si è avvicinata a un banco di polli, ha raccontato un testimone. Le guardie che erano nelle vicinanze hanno chiesto di mostrare il bagaglio che aveva con sè ma lei si è rifiutata e quando le persone si sono avvicinate ha fatto detonare l'esplosivo".Dopo la prima esplosione, ha aggiunto un altro testimone, è subito scoppiata una seconda bomba".Il mercato del lunedì, nel centro della città di Maiduguri, era già stato colpito pochi giorni prima da donne kamikaze, che avevano causato almeno 45 morti. Maiduguri, capitale dello Stato di Borno, roccaforte degli islamisti di Boko Haram, è da tempoteatro di attacchi e scontri quasi quotidiani tra i miliziani ribelli e le forze dell'ordine, di cui è vittima la popolazione locale.In molti sono fuggiti dalla città per paura. Secondo gli abitanti della zona l'attacco sarebbe proprio una prova di forza degli islamisti di Boko Haram contro la polizia del Paese.(Immagini Afp)