Lione, (askanews) - Sarà un raccolto in netto calo quest'anno in Borgogna, Francia centrale, e nel Beaujolais, la regione attorno a Lione, colpite in pieno dalla siccità, tanto più che i grappoli hanno prodotto acini più piccoli, secondo gli esperti.E' tuttavia troppo presto per una stima esatta sul calo della produzione, sebbene nel Beaujolais la filiera preveda delle vendemmie un terzo più magre dell'anno scorso.Situazione simile in Borgogna dove un lieve calo della quantità è molto probabile a causa della calura. La mancanza d'acqua infatti impedisce alla vigna di maturare.Le piogge del fine settimana hanno permesso alle vigne di ripartire, ma gli acini restano piccoli. Forse si ingrosseranno un po', ma non raggiungeranno la normale grandezza, secondo gli addetti ai lavori.Ma se il caldo torrido peserà sulla quantità, i professionisti del settore restano ottimisti sulla qualità della prossima annata.(immagini Afp)