La Paz (askanews) - Pugni chiusi alla cerimonia d'insediamento di Evo Morales che ha giurato per la terza volta da presidente della Bolivia. Il capo di Stato del Brasile, Dilma Rousseff, il venezuelano Nicolas Maduro e l'equadoregno Rafael Correa sono tra i rappresentanti di una quarantina di Paesi amici invitati a la Paz per omaggiare il leader socialista che guida il paese con un grande entusiasmo popolare."Lo sosteniamo incondizionatamente. Rappresenta tutti i settori sociali: contadini, operai, tutto il popolo", ha sottolineato questo minatore. "prima di lui la Bolivia non viveva questa crescita. Oggi tutti hanno da mangiare e da vivere in modo dignitoso", ha spiegato un artigiano.Da nove anni al potere, Morales è stato rieletto nell'ottobre del 2014 con il 61 per cento dei consensi. In quell'occasione si è anche assic urato il controllo del Congresso, con due terzi dei seggi assegnati al suo partito.(immagini Afp)