Roma, (TMNews) - Lavoro e ripresa dei consumi. Sono i due obiettivi che il governo Letta spera di centrare con i provvedimenti varati nell'ultimo Consiglio dei Ministri. Prima di tutto l'occupazione giovanile. "E' un provvedimento che vale circa 1,5 di euro in patrte coperto con riprogrammazione in parte con fondi nazionali". I fondi serviranno per aiutare "in 18 mesi 200mila giovani" soprattutto Centro-Sud". Letta ha annunciato anche la soluzione del nodo Iva: tutto rimandato in autunno. "Viene differito l'aumento dell'Iva ad ottobre". Il Parlamento però, ha aggiunto Letta, potrebbe rinviare ulteriormente l'aumento a fine anno.