Roma, (askanews) - "Stiamo parlando della salute dei cittadini quindi è fondamentale che ci sia un confronto, una no fly zone su cui non si fanno polemiche potrebbe essere proprio la sanità, però partire con il piede sbagliato non si può".Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, arrivato a Roma per l'incontro tra governo e Regioni sulla legge di Stabilità e sulle misure annunciate che andrebbero a colpire in particolar modo il settore della sanità."Non c'è nulla da ridere, tutt'altro, io ho la responsabilità della salute di 5 milioni di veneti e la voglio portare fino in fondo questa responsabilità, con coerenza" ha aggiunto."Io non chiedo un miliardo o mezzo miliardo, io chiedo che si premino i virtuosi e si puniscano gli spreconi, oggi invece il metodo è tagliare a tutti". "I virtuosi sanno bene cosa vuol dire questo taglio, i non virtuosi non se ne fanno un baffo visto che continueranno a sprecare comunque" ha concluso.