Roma, (askanews) - "Noi abbiamo la forza di presentare la nostra mozione, chi vorrà venirci dietro ci venga adesso dietro".Il vicepresidente della Camera e componente del Direttorio M5s, Luigi Di Maio, annuncia così la mozione di sfiducia collettiva al governo Renzi sul caso Guidi."Siamo alla prova dei fatti - prosegue Di Maio - chi vuole mandare a casa il governo Renzi? Tutti lo dicono. Per esempio chiedo: la minoranza Pd vuole mandare a casa questo governo o si vuole tenere la poltrona. La Lega vuole mandare a casa il governo oppure no. Sfido adesso tutti coloro che si oppongono a Renzi a votare la nostra mozione di sfiducia e a mandare a casa questo governo per cominciare a costruire un paese in cui non c'è più bisogno di dipendere dai grandi potentati economici".Per Di Maio "è gravissimo che il presidente del Consiglio abbia messo il 17 aprile il referendum sulle trivelle per sabotarlo e oggi si scopre che il ministro dello sviluppo economico favoriva con degli emendamenti i grandi giacimenti petroliferi. Stiamo parlando sempre dei soliti sporchi interessi fatti sulla pelle della democrazia e della libertà dei cittadini".