Milano (askanews) - Il governo ha formalizzato il proprio impegno a entrare, con 50 milioni di euro per il 2015, in Arexpo, la società che possiede l'area sulla quale si è svolta l'esposizione universale di Milano. Lo ha annunciato il presidente della stessa società, Luciano Pilotti, al termine dell'assemblea dei soci, dove è stato portato il testo del decreto arrivato da Palazzo Chigi. "Nelle prossime settimane avremo le modalità specifiche entro le quali ci muoveremo per i prossimi mesi e anni" ha detto Pilotti. Con questi 50 milioni di euro, ha proseguito, "si possono fare tante cose, potrebbe esserci una compensazione sulle quote di Fondazione Fiera, una copertura dei debiti, comunque assicurando una continuità aziendale".Per il presidente di Arexpo il provvedimento del governo è infatti sufficiente per rassicurare le banche con le quali la società è esposta. "Cambiano molte cose perché cambia lo scenario complessivo, l'assemblea di oggi la potremmo definire costituente, il passaggio da una fase precedente a una fase successiva che è quella futura nella quale noi reperiamo le risorse per poter assegnare una funzione di sviluppo a questa società e quindi una continuità aziendale" ha concluso.La società oggi è partecipata con il 34,67% ciascunoda Regione Lombardia e Comune di Milano, con il 27,66% da FieraMilano, con il 2% dalla Provincia di Milano e con l'1% dal Comune di Rho.