Milano, 23 giu. (askanews) - "150 anni dopo la fine della guerra civile, è arrivato il momento". La governatrice repubblicana della South Carolina Nikki Haley ha ufficialmente chiesto la rimozione della bandiera sudista dagli edifici governativi, dopo la strage in una chiesa di Charleston. La bandiera usata dagli Stati che difendevano la schiavitù durante la guerra civile viene considerata un simbolo razzista ed era usata da Dylann Roof, il 21enne accusato di aver ucciso i 9 afroamericani."La mia speranza è che eliminando un simbolo che ci divide noi possiamo andare avanti come uno Stato in armonia e possiamo onorare le nove anime beate che ora sono in cielo". Ora la decisione finale spetta al governo. Intanto la Casa Bianca ha annunciato che Barack Obama parteciperà ai funerali delle vittime della strage, venerdì 26 giugno.