Londra, (TMNews) - Fermare gli orchi e tutelare i minori. Google e Microsoft hanno annunciato che bloccheranno oltre 100.000 termini comunemente utilizzati per la ricerca di immagini pedopornografiche sul Web. L'amministratore delegato di Google Eric Schmidt ha comunicato che è stata messa a punto una nuova tecnologia capace di bloccare le ricerche su Internet di questo tipo di materiale.Secondo Schmidt, "non si arriverà mai a eliminare tale depravazione, ma bisogna fare tutto ciò che è in nostro potere per proteggere i bambini". Per questo motivo negli ultimi tre mesi Google ha mobilitato oltre 200 collaboratori per sviluppare una nuova tecnologia capace di risolvere almeno in parte il problema. I cambiamenti ottenuti hanno consentito diripulire i risultati di oltre 100.000 richieste potenzialmentecorrelate ad abusi sessuali sui bambini.Per combattere i traffici illegali, i due colossi statunitensi hanno deciso di collaborare con l'Agenzia per il crimine britannica che, a sua volta, lavorerà con l'FBI per smantellare i siti pornografici, compresi quelli protetti da codici criptati.