Milano (askanews) - Da necessità per chi ha problemi alimentari a tendenza diffusa nel nome di una dieta salutare. I prodotti senza glutine stanno conquistando una fetta di mercato sempre più ampia in Italia con un giro d'affari intorno ai 240 milioni di euro e un aumento esponenziale dei negozi dedicati a chi soffre di celiachia, circa il 10% in più all'anno. Un fenomeno che si traduce nella crescita di fiere ed eventi dedicati, come Gluten free expo che dopo aver chiuso l'evento dedicato al settore a Rimini si prepara a collaborare con TuttoFood 2015 per creare uno spazio dedicato al "senza glutine" all'interno del Salone dell'Agroalimentare in programma a Milano dal 3 al 6 maggio 2015. Il segno che l'argomento non è più di nicchia come spiega lo chef Davide Oldani."In tutte le possibilità che c'erano è entrato a far parte il gluten free dell'alta cucina perché in menù armonioso devi comunque rispettare le regole dell'armonia". Mercato più ampio dunque ma prezzi molto alti per i prodotti gluten free, ghiotta occasione di affari ormai anche per le grandi marche. Anche in eventi come questo, che rappresentano un grande sollievo per i celiaci che si ritrovano convivialmente tutti insieme.