Da sabato 13 febbraio al 13 marzo e' possibile visitare la Galleria fiorentina degli Uffizi stando a Tokyo: all'Istituto italiano di cultura si possono ammirare anche capolavori che non possono mai essere trasferiti, grazie al “Museo Virtuale Uffizi 2016” realizzato con le avanzate tecnologie digitali della Hitachi. Quadri riprodotti accuratamente a grandezza naturale, ma anche schermi interattivi grazie ai quali l'opera d'arte puo' esser apprezzata nei minimissimi dettagli. E' stato anche allestito un piccolo “teatro” in 4K dove la visita agli Uffizi diventa ancora piu' realistica. La digitalizzazione dei beni culturali offre un prezioso aiuto anche agli studiosi, perche' tra l'altro consente un confronto immediato tra diverse opere. Per Hitachi, l'imaging culturale e' una nuova frontiera di business, che attrae richieste da musei e istituzioni. Per il pubblico, e' la nuova frontiera della “fruizione” delle opere d'arte.